Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home

Precedenti edizioni

Presentazione

Vividaria: è un progetto di educazione ambientale, promosso dalla Fondazione Klorane ed attuato d'intesa con la Federazione Italiana dei Parchi e delle Riserve Naturali, volto a valorizzare il ruolo delle piante e della biodiversità vegetale nei confronti della salute dell'atmosfera e degli equilibri climatici.

Il progetto si colloca nell'ambito delle raccomandazioni della Carta di Lisbona e del Decennio dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS 2005-2014), la "campagna" lanciata dall'UNESCO per sensibilizzare giovani e adulti di tutto il mondo verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta.

VIVIDARIA si propone di diffondere la conoscenza dei temi dell'effetto serra e del riscaldamento globale, sottolineando l'importanza del patrimonio vegetale nel contrastare il cambiamento climatico in atto, attraverso un percorso didattico multidisciplinare. Il progetto si sviluppa nell'arco di due anni ed è rivolto ai bambini delle 4° e 5° della scuola primaria. La prima edizione del progetto ha visto coinvolte 11 scuole in 8 città d'Italia, con oltre cinquecento alunni.

Vividaria è anche in linea con le indicazioni nazionali che prevedono l'opportunità di attivare o di sviluppare ulteriormente nelle scuole iniziative di educazione ambientale e vuole valorizzare il ruolo della scuola nella diffusione di valori, conoscenze e competenze, orientati verso lo sviluppo sostenibile. In particolare, il progetto prende le mosse dalla consapevolezza dei profondi cambiamenti che si profilano per il clima del Pianeta, a causa dell'impatto che le attività umane hanno sull'ambiente e sull'atmosfera, e delle minacce che tali cambiamenti causano alla conservazione della biodiversità.

La filosofia

I bambini si muovono. E agiscono. Per ridurre l'impatto negativo di comportamenti poco virtuosi le parole non bastano. I bambini sono i guardiani piu' efficaci quando si tratta di rispettare regole chiare e comprensibili. E sanno farle rispettare anche agli adulti, quando vogliono impegnarsi a fondo.
Quando si impegnano? Quando arriva loro un messaggio forte e chiaro, pieno di significati. Quando capiscono che il loro ruolo e' fondamentale per il raggiungimento di un obiettivo comune. Quando sanno che possono dare un reale contributo. Ecco perche' bisogna partire dai bambini per "lavorare" sulla salvaguardia dell'ambiente e del patrimonio vegetale del pianeta. Al di la' degli accordi e dei protocolli. Al di la' delle dichiarazioni di intenti e di proclami.

Riconoscimento UNESCO

Sin dalla prima edizione del progetto Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO ha riconosciuto che il progetto VIVIDARIA rappresenta un contributo significativo al Decennio dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile, proclamato dalle Nazioni Unite e coordinato dall'Unesco, in quanto "l'iniziativa s'inquadra nel Decennio ONU dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile e contribuisce in maniera significativa a diffonderne i principi e realizzarne gli obiettivi".

Le fasi

  • Fase 1: elaborazione e redazione dei sussidi didattici e di un "set di linee guida": per lo svolgimento di unità di apprendimento e unità didattiche, con attività di animazione "sul campo" e non solo, ad uso dei docenti, disponibile nella sezione Materiali Didattici, nell'Area Riservata del sito web.

  • Fase 2: formazione dei Docenti: tramite corsi di aggiornamento e qualificazione gratuiti, residenziali e secondo la formula del "campus" nel Parco Nazionale del Circeo. I corsi hanno una durata di 3 giorni e saranno seguiti da un gruppo interdisciplinare composto da Tutor-docenti facilitatori, i quali avranno il compito di affiancare i corsisti nei loro lavori di ricerca e coprogettazione, in aula e sul campo.

  • Fase 3: monitoraggio e tutoraggio, a distanza, della fase di sperimentazione e di sviluppo delle attività delle scuole: assicurati dalla presenza "on line" dei tutor, i quali seguiranno il lavoro dei docenti, a giorni ed orari concordati. Sarà inoltre disponibile uno spazio "download" per scaricare i materiali didattici personalizzati e uno spazio in cui i docenti potranno riversare a loro volta i prodotti elaborati dalla loro classe per renderli visibili a livello nazionale.

  • Fase 4: conclusione del progetto: si organizzeranno presso ogni scuola partecipante degli eventi pubblici dove verranno comunicati i risultati raggiunti dal corpo docente ed alunni che hanno sviluppato il progetto.

Gli obiettivi

  • La sensibilizzazione delle nuove generazioni sull'importanza di contenere i propri consumi, insieme al suggerimento di una serie di azioni concrete da intraprendere a casa, potranno contribuire a ridurre la produzione di CO2 e le conseguenze negative sul cambiamento del clima.

  • Le conoscenze: favorire l'acquisizione da parte dei ragazzi di concetti scientifici e di elementi di base sui cambiamenti climatici, sulla Biodiversità, sulla vita delle piante e sulla loro importanza, sia per la salute degli esseri umani, sia per l'economia, sia per la mitigazione del clima attraverso la loro capacità di fissare la CO2, principale componente dei " Gas Serra".

  • La consapevolezza: dimostrare in pratica i benefici che la Biodiversità vegetale apporta all'equilibrio ambientale. Nuovi modelli di comportamento, si cercherà di sviluppare semplici attività sperimentali e dimostrative la cui applicazione, nella vita di tutti i giorni, può contribuire a realizzare le pratiche di quella "cittadinanza responsabile" raccomandata dalle nuove linee guida, internazionali e nazionali, dell'educazione.

  • Creare i presupposti organizzativi e metodologici per poter ampliare e riproporre i percorsi didattici su scala pluriennale, secondo una logica di continuità dell'azione educativa, tale da assicurare l'acquisizione ed il consolidamento di conoscenze, competenze ed attitudini, in sintonia con gli obiettivi di conservazione delle Aree Protette.

  • Promuovere l'aggiornamento professionale di un nucleo Docenti della scuola secondaria di primo grado, mettendoli in grado di svolgere un ruolo di "testimoni" nei confronti della comunità scolastica nazionale.

  • Institut Klorane e la Federparchi attraverso questo progetto vogliono far crescere una generazione consapevole ed hanno sviluppato questo percorso interattivo nel quale i bambini apprenderanno le prime nozioni di educazione ambientale attraverso esercitazioni teoriche e pratiche, indoor e outdoor.

Le scuole vividaria: anno scolastico 2007/2008

LOMBARDIA
Milano - Istituto comprensivo statale - scuola primaria Jacopo Barozzi

LIGURIA
Genova - Circolo didattico G27 Nervi - scuola primaria Luigi Manfredi

TOSCANA
Pistoia - III circolo didattico Frosini - scuola primaria Cividini Arrighi

LAZIO
Anzio (RM) - III circolo didattico Carlo Collodi
Latina - VII circolo didattico G. Vico - scuola primaria S. G. Bosco
Roma - 87 circolo didattico Ada Negri - scuola primaria Quasimodo
Roma - 38 circolo didattico Ferrini

CAMPANIA
Pozzuoli - IV circolo didattico Pozzuoli - plesso Montenuovo

PUGLIA
Carovigno (BR) - II circolo didattico F. Lanzilotti - scuola primaria Lanzilotti

BASILICATA
Matera - I circolo didattico PG Minozzi - plesso Cappelluti
Matera - III circolo didattico G. Marconi

GALLERY: L'EVENTO FINALE

I LAVORI SVOLTI

Le scuole vividaria: anno scolastico 2008/2009

LOMBARDIA
Pavia - Direzione Didattica I°Circolo - Scuola Carducci

PIEMONTE
Torino - Istituto Scolastico Duca degli Abruzzi
Scamiano (AT) - Direzione Didattica San Damiano d'Asti

LAZIO
Cori (LT) - Direzione Didattica Cori

SICILIA
Agrigento - Circolo Didattico - scuola Di Giovanni
Giardini Naxos (ME) - Istituto Comprensivo Giardini Naxos
Mazara del Vallo (TP) - III Circolo Didattico - scuola B. Bonsignore
Palermo - Circolo Didattico - Scuola Bonagia
Randazzo (CT) - Istituto Comprensivo E. De Amicis

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.