Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Oro vegetale

Il colore della ginestra ravviva montagne e colline

Gio
22
Apr '10

“Odorata ginestra” la definiva Leopardi e, in effetti, dai suoi cespugli in pieno rigoglio si diffonde nell’aria un profumo fresco e un po’ pungente. Fu però il colore della ginestra, così brillante e solare, a colpire soprattutto gli antichi Romani, tanto da indurre Plinio a credere, erroneamente, che dalle ceneri delle sue radici si potesse ricavare l’oro.

Oro a parte, le utilizzazioni della ginestra sono, comunque, molteplici: dalla semplice raccolta degli steli per farne scope, o contenitori per ricotta e formaggi, alle aromatiche “bacchette” di ginestra preferite dai cuochi di Caterina dei Medici per montare la panna, alle fibre da tessere, che venivano utilizzate in Calabria fino a qualche anno fa, come testimoniano gli scritti di Corrado Alvaro.

I pastori, che per secoli l’hanno avuta per compagna nelle lunghe solitudini dei pascoli, hanno potuto osservare anche le qualità officinali della ginestra, constatando che, quando le pecore l’avevano brucata per molto tempo, uscivano indenni dal morso delle vipere. Oggi, la circostanza è confermata dalla presenza, nella pianta, della Sparteina, così chiamata dal nome scientifico delle ginestra, (Spartium junceum), che si è effettivamente dimostrata efficace contro il veleno della vipera.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.