Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Bello come un quadro

Mille impieghi per l’ibisco

Lun
30
Gen '12

I dipinti di Gauguin e i numerosi film e documentari sulle isole della Polinesia, ci hanno fatto apprezzare la bellezza delle grandi corolle scarlatte dell’ibisco, che le donne si mettono fra i capelli e gli uomini dietro l’orecchio, per segnalare la loro posizione… sentimentale (dietro l’orecchio destro se sono fidanzati, dietro quello sinistro se sono liberi!) Paragonate allo splendore degli esemplari tropicali, le piante di ibisco dei nostri climi, spesso mortificate in vaso o disposte in lunghe file monocromatiche lungo le autostrade, appaiono piuttosto scialbe. Bisogna considerare, però, anche di quali ibischi stiamo parlando: fra spontanee e coltivate, infatti, le varietà sono più di trecento, e l’area di diffusione è sorprendentemente vasta. Il nome, ad esempio, viene dall’Egitto dove l’ibisco è stato probabilmente associato all’ibis, l’uccello sacro che condivide con la pianta un habitat palustre. Proviene dalla Cina, invece, una varietà chiamata “mutabilis”, i cui fiori bianchi diventano, con il passare del tempo, rosa scuro; con un’arguzia orientale sorprendentemente  attuale, i cinesi hanno dato a questo ibisco il nome di “funzionario pubblico”! Dai fiori di una varietà africana, invece, si ricava il karkadè, un infuso di un bel colore rosso rubino, con un lieve sapore agrumato: leggermente italianizzato in carcadè, l’infuso fu molto pubblicizzato dal governo del ventennio fascista che scoraggiava il consumo di tè o caffè, e spingeva all’uso di prodotti provenienti dalle colonie italiane. Una volta finita l’imposizione dall’alto, la bevanda fu dimenticata, per essere “riscoperta” spontaneamente in seguito, per le sue caratteristiche gradevolmente dissetanti.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.