Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Viva gli sposi!

Il riso è simbolo di fortuna

Lun
16
Gen '12

Avreste mai detto che l’abitudine di lanciare il riso agli sposi non proviene dall’America, bensì dall’India? Qui, nella sua patria d’origine, il riso è sempre stato al centro di riti propiziatori, a partire dalle cerimonie dedicate agli spiriti che abitano le spighe, fino al dono beneaugurante di un sacchetto di riso fatto alle giovani madri e ai loro bambini.
I Romani, che lo avevano conosciuto in seguito alle spedizioni in India di Alessandro Magno, apprezzavano il valore alimentare del riso, e lo inserivano nella dieta dei gladiatori sempre molto ricca e curata. Le matrone romane, inoltre, usavano come cosmetici sia la polvere di riso, sia la sua acqua di cottura. Nel Rinascimento il riso (“dimenticato” per secoli e poi reintrodotto in Europa dagli Arabi) veniva addirittura venduto in piccole quantità soltanto dagli speziali, i farmacisti dell’epoca ed esclusivamente per scopi cosmetici e curativi.
Ben diversa, invece, era la situazione del mondo orientale, dove il riso ha sempre costituito la base dell’alimentazione quotidiana. Il suo valore nutritivo infatti, è indubbio, soprattutto quando è consumato nella versione integrale. Se viene brillato (cioè privato della parte esterna del chicco), il riso è invece meno nutriente, anzi, una dieta basata esclusivamente sul riso brillato può provocare una malattia da carenza chiamata beri-beri. Il primo studioso che scoprì l’esistenza di una sostanza che, curiosamente, “ti fa ammalare se non la mangi”, la isolò proprio in quella parte del chicco che veniva eliminata con la brillatura, e la chiamò vitamina B, dell’iniziale del beri-beri. Come fu evidente in seguito, la vitamina B era soltanto la prima di una serie di “ammine della vita”, tutte da scoprire.
Ma questa è un’altra storia!

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.