Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Un fiore aiuta... a vederci chiaro

L’azzurro fiordaliso è al centro di miti e leggende

Lun
16
Gen '12

Nei campi di una volta, non ancora imbottiti di diserbanti, l’azzurro vivo dei fiordalisi spiccava spesso, insieme al rosso dei papaveri, sullo sfondo del grano maturo. È naturale, quindi, che, nelle antiche civiltà agricole, nascessero miti e leggende intorno a questo fiore così grazioso e familiare.
Il racconto più noto riguarda il giovane Ciano (il cui nome allude ad un azzurro cupo) che era un appassionato seguace della dea Flora. Quando Ciano morì improvvisamente, la dea, in segno di riconoscenza per il suo amore e la sua devozione, decise di chiamare con il nome del giovane gli azzurri fiorellini che le erano tanto cari. Linneo, nel dare al fiordaliso la denominazione scientifica di Centaurea cyanus, volle accomunare la storia di Ciano a quella del sapiente centauro Chirone che, secondo il mito, aveva usato il succo del fiore per curarsi una grave ferita al piede, provocata da una freccia avvelenata. Il sapere popolare, del resto, ha sempre tenuto in grande considerazione le proprietà medicinali della pianta. Era convinzione comune, ad esempio, che l’acqua distillata dai fiori di fiordaliso aiutasse a conservare una buona vista. Per questo motivo il fiore è conosciuto anche con il nome buffo ed allusivo di “rompiocchiali”.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.