Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

L’albero del Paradiso

L’ailanto punta in alto

Lun
5
Dic '11

Fra le piante portate in Occidente dai Gesuiti a partire dalla seconda metà del 1700, compariva anche l’ailanto, chiamato suggestivamente “albero del Paradiso”. Ben presto, però, ci si accorse che quel nome così promettente era giustificato soltanto dalla sua tendenza a crescere rapidamente, fin quasi a voler “toccare il cielo” e che l’ailanto si comportava invece, in tutto e per tutto, come una pianta infestante. Non soltanto le sue radici producono continuamente nuovi getti, tanto che un solo esemplare può arrivare ad occupare l’area di un boschetto, ma l’albero riesce a crescere sui terreni degradati o addirittura in mezzo al cemento, incurante dell’estrema salinità del suolo, della carenza d’acqua, e perfino dell’inquinamento dell’aria.

Queste stesse caratteristiche, peraltro, lo hanno reso molto popolare negli Stati Uniti, dove “l’albero più veloce d’America” ha trovato un posto nell’immaginario collettivo, diventando addirittura il simbolo del “sogno americano” e della possibilità di affermarsi contro ogni difficoltà.

I giudizi generali sull’ailanto sono, peraltro, rimasti negativi, e l’unica soluzione possibile per controllarne la diffusione, anche quando si presenta sotto l’aspetto di un esemplare imponente, resta quello di sradicarlo o, perlomeno, di eliminarne sistematicamente, i getti laterali.

I numerosi tentativi di riportare l’ailanto… sulla buona strada, sono, infatti, risultati vani. L’albero si è dimostrato inadatto alla produzione di cellulosa e anche il tentativo di usarne le foglie per allevare i bruchi delle farfalle che producono la seta shantung, come si fa in Cina, non ha dato, nei nostri climi, buoni risultati.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.