Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Bellezza e fragilità

Ciliegi rosa a primavera

Lun
7
Nov '11

Oltre ad essere buone, le ciliegie sono anche belle: alzi la mano chi non ne ha mai messo, per gioco, una coppia alle orecchie, come se si trattasse di lucenti orecchini di corallo.

È stato il loro squisito sapore, tuttavia, a conquistare Lucullo, che riportò a Roma le ciliege da una spedizione militare in Asia Minore, confermando così definitivamente la sua fama di buongustaio. Chiamata in origine “Keràsos”, la ciliegia si guadagnò subito la cittadinanza latina, e si diffuse soprattutto nel Meridione d’Italia, come dimostrano le “cerase” presenti in tante belle canzoni napoletane dedicate al mese di maggio.

È indubbio, tuttavia, che siano la Cina e, soprattutto, il Giappone a nutrire un vero e proprio culto per la pianta di ciliegio, considerata il simbolo dell’amore. Il monte Toshino, a pochi chilometri da Tokyo, è letteralmente ricoperto da più di centomila ciliegi selvatici che, al momento della fioritura, attirano folle di visitatori, desiderosi di ammirare il loro effimero splendore. I rosei fiori del ciliegio rappresentano, nell’immaginario collettivo, la bellezza unita alla fragilità; nel momento della loro massima perfezione, infatti, si disperdono nel vento.

Per questo motivo, a proposito dei piloti kamikaze che, durante la II Guerra Mondiale, sacrificarono la loro vita pur di colpire il nemico, i Giapponesi dissero che “i fiori di ciliegio erano morti nel vento”.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.