Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Un coniglio… vegetale.

Quando l’Opunzia invase l’Australia

Gio
20
Ott '11

Tutti conoscono la storia della sconsiderata introduzione del coniglio in Australia, e della sua moltiplicazione incontrollata, che ha rischiato di provocare una catastrofe ambientale.

Assai simile, anche se meno nota, è la vicenda di un cactus sudamericano arrivato in Australia alla fine del 1700. Ecco la storia: un capitano dell’esercito, determinato ad ottenere che le uniformi dei suoi ufficiali fossero di un bel colore rosso brillante, si ricordò che un colorante vermiglio poteva essere ricavato dal rivestimento esterno della cocciniglia, un insetto che viveva nutrendosi dei tessuti dell’Opuntia, un cactus sudamericano. Il capitano decise, quindi, di importare l’Opuntia, compresa di cocciniglia, ma sottovalutò la capacità di diffusione del cactus, che si adattò anche troppo bene al nuovo ambiente, propagandosi non solo attraverso i semi ma anche attraverso le pale, che venivano mangiate dagli uccelli e poi sparse, insieme ai loro escrementi, su territori sempre più estesi.

La diffusione dell’Opuntia, nonostante le periodiche campagne di contenimento organizzate dal governo, divenne così imponente da imporre il ricorso a tutti i possibili mezzi di distruzione, fuoco compreso. Solo la ricerca scientifica, che individuò ai primi del 1900 un insetto, capace di scavare gallerie devastanti all’interno dei tessuti dell’Opuntia, riuscì finalmente a limitarne la diffusione e a restituire il territorio australiano agli agricoltori e agli allevatori.

“Questo insetto merita un monumento” verrebbe da dire! Ebbene, incredibile ma vero, il monumento esiste già, e si trova in una piazza di Sidney, dove è stato innalzato dagli australiani riconoscenti.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.