Rubrica Eco Mamme
27 Maggio 2013
Vita da Tarzan
20 Maggio 2013
Meno zucchero!
News
Progetto
Chi siamo
Scuole
farmacie
Materiali
Precedenti edizioni
Contatti
Assistenza
Home » Rubrica Eco Mamme

Una spezia cosmopolita

Il sapore piccante dello zenzero attraverso il tempo e le culture

Mer
3
Nov '10

Tratti in inganno dall’anglosassone “ginger”, ampiamente presente in bevande, gelati e biscotti, potremmo essere tentati di pensare allo zenzero come a una spezia “moderna”.
Niente di più falso: la polvere ricavata dal suo rizoma, ovvero dalla sua parte sotterranea, era utilizzata in Cina e in Indonesia già molti secoli prima dell’era cristiana, sia in erboristeria che in cucina. Lo zenzero aveva, inoltre, anche un ruolo più…spirituale, di mediazione con la divinità: prima dei rituali religiosi, infatti, si masticavano grandi quantità di zenzero per profumare l’alito e predisporre la bocca ad intonare canti religiosi e a comunicare con la divinità.
Ugualmente interessanti, anche se più terrene, sono le proprietà digestive dello zenzero che, insieme al gusto gradevolmente piccante, furono apprezzate anche dai Romani. La spezia, arrivata nel bacino mediterraneo dalle lontane Indie al seguito delle spedizioni guerresche di Alessandro Magno, veniva infatti aggiunta al sal conditus, un insieme di sale e spezie varie utilizzato per insaporire le vivande. Molto apprezzato era anche il pane allo zenzero che veniva offerto alla fine dei banchetti per aiutare i commensali nella digestione delle numerose ed elaborate pietanze.

Pierre Fabre Italia S.p.A. - via G. G. Winckelmann 1 - 20146 Milano Società soggetta all'attività di direzione e coordinamento della società Pierre Fabre Dermocosmetique S.A.S., con sede in Lavaur Cedex (Francia) Cod. Fisc. e P. IVA 01538130152- R.E.A. MI n° 858615 - Registro Imprese di Milano n° 01538130152 - Capitale Sociale € 2.400.000,00 i.v.